5 commenti su “L’edizione italiana di Fantasy & Science Fiction

  1. L’uscita di una rivista dedicata al fantastico è una delle sorprese più belle di questo difficile periodo. Davvero stento ancora crederci nonostante abbia già comprato 4 volumi :-)
    Il racconto di Matheson a me non è piaciuto: l’ho trovato patetico. Meglio quello di Kessel sullo stesso numero. Nell’ultimo numero ho apprezzato il racconto della Duncan, meno quello di Etchemendy che mi è sembrato poco originale nonostante abbia vinto il premio Bram Stoker (o forse l’ha vinto proprio per quello!). Sempre in campo horror segnalerei il racconto di Ligotti che non è forse tra le sue opere più famose, ma il suo stile è inconfondibile. Comunque c’è una bella varietà di temi e di stili.

    • Riguardo all’ ultimo numero devo essere sincero : a me è capitato il contrario nel senso che ho apprezzato piú quello della Etchemendy, però chi lo sa magari ha davvero vinto il Bram Stoker per la sua aria classica. :)
      Comunque, finora una bella rivista con poche delusioni.

  2. A me la rivista piace molto, ho tutti i numeri. Mi piace così com’è, racconti e basta: se si desiderano riflessioni sulla sf ci sono altre ottime riviste e blog e forum. Questa è un’antologia di racconti, punto. Mi è piaciuto tantissimo Ken Liu, ho adorato nel secondo numero un racconto di Kate Wilhelm (chi è? boh, ma scrive bene) che sembra la sceneggiatura di un film anni ’50, mi diverto con Paul Di Filippo e leggo o rileggo i classici, Silveberg, Asimov, Sterling ^_^

    • Ciao Franca, benvenuta su IFET. Se non sbaglio è il tuo primo commento qui vero? :)
      Concordo con te sulla qualità della rivista. Ed è appunto perchè possiedo anche un paio di numeri della rivista originale americana che mi piacerebbe vederne tradotti alcuni anche da noi. Quindi almeno su questo punto la penso diversamente da te anche se comprendo pienamente il tuo punto di vista. ;)
      Anzi, sai che noia se al mondo la pensassimo tutti allo stesso modo?
      Posso risponderti su Kate Wilhem: è una famosa scrittrice sf attiva già dagli anni 50s ed è la moglie di un altro scrittore :Damon Knight. I due hanno cominciato come fanzinari e critici dilettanti e poi si sono evoluti come scrittori. Anche se tra i due io preferisco la Wilhelm che trovo molto più empatica con i lettori e i suoi personaggi.
      Grazie ancora per il tuo commento. Speriamo di aver acquisito una nuova commentatrice.

    • Ken Liu è un ottimo autore, è capace di fondere insieme leggerezza e profondità come pochi sanno fare, raggiungendo picchi notevolissime (Memories of my mother, ad esempio).
      Ti consiglio di leggere i suoi lavori in inglese, molti sono disponibili gratuitamente nei siti delle varie riviste anglofone.

Lascia un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...