Intelligence (serie TV)

Il mondo delle produzioni televisive americane, i serial che trasmettono grandi network come la CBS, ha una sola regola: si produce solo quello che fa ascolti. Ad ogni stagione si fanno partire nuove serie e nuove stagioni di prodotti già collaudati, nell’ambiente c’è un livello di competitività elevatissimo. Tutto questo riduce sia lo spazio per sperimentare nuove idee, che non a caso si affacciano fuori dai network tradizionali, e costringe a programmare in un arco di 13 episodi un’intera storyline – con effetti a volte disastrosi.

“Intelligence” aveva tutto per farcela. Un protagonista molto conosciuto dal pubblico televisivo (Josh Holloway, noto per “Lost”), un discreto cast di supporto (tra cui spicca Marg Helgenberger, nota per CSI), solidi professionisti a dirigere gli episodi e a scrivere le sceneggiature. Sulla carta era tutto a posto. Se poi si vanno ad aggiungere una serie di fattori come l’estrema vicinanza all’attualità, i richiami solidi ai generi action e spy, l’aspetto fantascientifico e il mettere …

Ascension (serie TV)

A partire dal prossimo mese di novembre dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) partire questa miniserie sul benemerito canale SyFy, usiamo una minima misura di prudenza data la facilità con cui sulle emittenti statunitensi si provvede a cancellare serie e produzioni in avanzato stato di lavorazione o di cui siano già stati consegnati episodi. Perchè Ascension è interessante? Che ne dite di una nave generazionale, diretta discendente del progetto Orion?

Questo progetto è una sequenza di sei episodi da sessanta minuti ciascuno, un formato abbastanza inconsueto che pare essere più pensato per l’after market che non per la prima messa in onda. Stando ad alcune dichiarazioni di Philip Levens, il suo creatore, l’idea di fondo è quella di ragionare su una serie di film più che sul tradizionale sistema degli episodi da 25-30 minuti delle serie standard, il che dovrebbe dare spazio al lavoro del cast e ad una trama più complessa di quanto solitamente vediamo passare in televisione. Ma cos’è …

Trentuno per Harlan Ellison

Da qualche tempo si discuteva, fra i collaboratori di IFET, sull’opportunità di fare uno speciale su Harlan Ellison.
Una settimana a tema, magari.

Scrittore, sceneggiatore, critico, polemista, insegnante di scrittura, Harlan Ellison è forse l’ultimo dei grandi giganti della narrativa d’immaginazione.

Sono uno scrittore.
Chiamatemi scrittore di fantascienza e verrò a casa vostra e […] vi colpirò così forte che i vostri antenati moriranno, vostra nonna si metterà a sanguinare. Sono uno scrittore, non c’è bisogno di aggettivi che mi qualifichino.

Specializzato nella forma breve, Ellison ha all’attivo oltre mille e settecento racconti.
Ha scritto forse l’episodio più famoso della serie Star Trek.
È stato riconosciuto come l’autore del racconto che ispirò Terminator.
Ha editato la più importante antologia di fantascienza di tutti i tempi.
Ha scritto fumetti.
Ha sceneggiato videogiochi.
È stato per decenni una delle voci più interessanti, originali e feroci del panorama americano.

Preferite parlare di premi?
Ellison ha finora allineato
. otto Hugo e mezzo
. …

Holiday Special film e serie TV per le feste

Suggerire dei film – o delle serie tv! – come regalo per le feste è un campo minato.
I rischi principali sono due
. che il destinatario del nostro regalo non sia minimamente interessato a ciò che abbiamo amorevolmente scelto solo per lui
. che ce l’abbia già

Senza contare che in regime di repliche forzate, gran parte dell’immaginario visivo disponibile su DVD o Blue Ray è anche disponibile in TV.

E poi ci sono i problemi di budget.

Ad esempio, a me non dispiacerebbe affatto se qualche amico, parente o conoscente volesse regalarmi il cofanettone totale di Babylon 5 – tutte le stagioni e tutti gli spin-off di quella che resta una pietra miliare nella storia della fantascienza televisiva, in 42 comodi DVD.
Ma ci sarebbe davvero qualcuno disposto a spendere dagli 80 ai 100 euro per una simile strenna?

Ma restiamo sulle serie televisive storiche?
Max Headroom – 20 Minutes in the Future è stata una serie innovativa, …

Palinsesto – week #83

Questa settimana, tra venerdì 18 e sabato 19 Ottobre, si terrà a Catania l’edizione 2013 della convention Aetnacon – due giorni con un programma ricco di iniziative, in pratica un appuntamento imperdibile per gli appassionati siciliani. Il programma completo lo trovate a questo indirizzo ma è d’uopo ricordare che nel corso della manifestazione ci saranno interventi in videoconferenza di autori stranieri di grande rilievo come Paul Di Filippo, David Gerrold e John Kessel. Sul lato italiano da rimarcare gli interventi di Gianni Montanari e Ugo Malaguti, Donato Altomare (collegato in videoconferenza), Claudio Chillemi e Enrico De Stefano.

Si parla spesso di come sia difficile organizzare eventi di rilievo nel sud del nostro paese, pensiamo di conseguenza sia giusto da parte nostra fare i migliori auguri agli organizzatori di Aetnacon per la miglior riuscita possibile di questa manifestazione. Ovviamente invitiamo tutti gli appassionati a parteciparvi e a mandarci le vostre foto, fateci vedere chi siete!

Passiamo ora …

Livido – il nuovo romanzo di Francesco Verso

Nota introduttiva: come abbiamo scritto nei giorni scorsi abbiamo deciso di riservare più spazio alla fantascienza italiana e proprio in quel periodo ha preso contatto con noi Sara Deodati dello Studio Associato “Luna Letteraria” per segnalarci la prossima uscita del nuovo romanzo di Francesco Verso.

Il nuovo romanzo di cui stiamo parlando è “Livido“, in uscita nel mese di giugno per i tipi di Delos Books.  Si tratta del vincitore del premio “Odissea 2013” bandita dalla stessa casa editrice. Francesco Verso è già un nome noto nel mondo SF italiano dal momento che ha vinto il premio Urania nel 2009 con il romanzo “e-Doll” oltre ad essere attivo in prima persona con la Kipple Officina Libraria come co-direttore della collana Avatar.

La sintessi tematica di questo romanzo, il suo biglietto da visita per i lettori, è contenuto in questa frase: amore e vendetta al tempo della postumanità. Francesco Verso fa parte …