Douglas Adams – Guida galattica per gli autostoppisti

GUIDA GALATTICA PER GLI AUTOSTOPPISTI – RECENSIONE DI GIANLUCA SANTINI

In origine fu una serie radiofonica. Da questa nacquero i libri, una trilogia in cinque volumi, unica nel suo genere, scritta dall’autore britannico Douglas Adams. Guida galattica per gli autostoppisti, primo libro e capostipite della saga, esce nel 1979.

Arthur Dent, terrestre, si oppone alla demolizione della sua casa, per far passare una nuova tangenziale. Allo stesso tempo i Vogon, alieni burocrati e antipatici, stanno per demolire la Terra, per far passare un’autostrada galattica. Un amico di Arthur, Ford Prefect, si rivela un alieno di Betelgeuse e lo salva da morte certa, chiedendo un passaggio a una nave dei Vogon. Ford è infatti un ricercatore per la famosa Guida galattica per gli autostoppisti, il libro più venduto dell’Universo. Arthur e Ford quindi verranno recuperati dall’astronave Cuore d’Oro, alimentata dalla Propulsione d’Improbabilità Infinita, e guidata da Zaphod Beeblebrox, ex Presidente della Galassia, e Trillian, giovane ragazza terrestre laureata in …

Francesco Verso – Livido

Avevamo parlato di questo romanzo poco prima che uscisse, approfittando dell’occasione per rivolgere qualche domanda al suo autore, ora il nostro Marco Stabile (alias Salomon Xeno) si regala questa bella recensione.

Francesco Verso

Livido

Delos Books

pagine 250, Euro 14,80

[Attenzione: ci sono SPOILER]

Peter Pains è costretto fin da giovane a rovistare tra i rifiuti di Colle Vasto, la discarica vicino a casa. Soffre le angherie del fratello Charlie, capo di una banda di riciclatori abusivi, i Dead Bones, in un futuro dove la palta assedia le città e il riutilizzo è entrato a far parte dello stile di vita (almeno delle classi medie e meno abbienti). Ma soprattutto, Peter è alla ricerca della felicità. La donna dei suoi sogni è Alba, perfetta nel suo essere per metà artificiale. La sua mente è stata infatti copiata, digitalizzata e caricata su un corpo artificiale; gli uomini e le donne che scelgono l’upload, potendoselo permettere,  sono chiamati nexumani.

Peter conosce Alba …

Intervista a Dario Tonani

Avevamo dedicato un’intervista a Dario Tonani nel luglio del 2012 con il bieco pretesto di fargli i nostri auguri di buon compleanno, fu una bella chiaccherata ma con Dario c’è sempre molto da dire e tanto da sapere. Il nostro Marco Stabile, alias Salomon Xeno, lo ha incontrato alla manifestazione Delos Days qualche giorno fa, in seguito hanno concordato questa bella intervista.

Ciao Dario, benvenuto sulle pagine di Il Futuro è Tornato!

È appena uscito, per la collana digitale di Delos Books, il tuo nuovo libro. “Mechardionica” è la quinta storia ambientata su Mondo9, dopo le quattro novelette (“Cardanica”, “Robredo”, “Chatarra” e “Afritania”), poi riunite nell’omonimo volume, sempre edito da Delos. Come si è evoluto l’orizzonte di Mondo9, da “Cardanica” a oggi?

Grazie a voi dell’ospitalità. Mi permetti, innazitutto, di dire che Il Futuro è Tornato suona di buon auspicio per una chiacchierata steampunk?

Rispetto al primo libro del ciclo, in questa seconda tranche di storie ci sono diversi …

Fabio Centamore – Luna Park

Fin dove arrivano i poteri della mente e dell’autosuggestione? Esiste un confine fra realtà e creazione della nostra fantasia? E se la realtà stessa si trovasse oltre ogni immaginazione? Di più… cosa si nasconde fra le pieghe della banale quotidianità? I nostri stessi sensi forse non sono in grado di percepire ogni grado dell’universo. Forse perfino le risposte che potremmo trovare, o anche solo supporre, sono troppo inquietanti per essere indagate. Ma possono essere lette con piacere in questa piccola raccolta di racconti, dove l’umanità è colta nelle ansie, piccole o grandi, nelle paure e perfino in alcuni incubi individuali. Dalla collezione di questi poveri individui, alcuni disturbati, altri in sorprendente equilibrio mentale, emerge una specie di universo cangiante e malamente inquadrabile dai cardini della sola ragione. Emerge una sorta di bailamme di visioni, sogni, scoperte o banali incubi. Mi è piaciuto chiamarlo “Luna Park”.

Recensione.

Dodici racconti brevi, tutti giocati sul filo dell’incertezza e di una “terra di nessuno” …

Livido – il nuovo romanzo di Francesco Verso

Nota introduttiva: come abbiamo scritto nei giorni scorsi abbiamo deciso di riservare più spazio alla fantascienza italiana e proprio in quel periodo ha preso contatto con noi Sara Deodati dello Studio Associato “Luna Letteraria” per segnalarci la prossima uscita del nuovo romanzo di Francesco Verso.

Il nuovo romanzo di cui stiamo parlando è “Livido“, in uscita nel mese di giugno per i tipi di Delos Books.  Si tratta del vincitore del premio “Odissea 2013” bandita dalla stessa casa editrice. Francesco Verso è già un nome noto nel mondo SF italiano dal momento che ha vinto il premio Urania nel 2009 con il romanzo “e-Doll” oltre ad essere attivo in prima persona con la Kipple Officina Libraria come co-direttore della collana Avatar.

La sintessi tematica di questo romanzo, il suo biglietto da visita per i lettori, è contenuto in questa frase: amore e vendetta al tempo della postumanità. Francesco Verso fa parte …

René Barjavel – Il viaggiatore imprudente

Massimo Citi punta questa volta verso la Francia, per parlarci di un viaggiatore imprudente quanto pochi altri. L’articolo è apparso in precedenza su LN Libri Nuovi Out of Print.

Merita perlomeno un ricordo un romanzo di sf del 1958 di René Barjavel, pubblicato una decina di anni fa per la prima volta in italiano da Garzanti: Il viaggiatore imprudente (Orig. Le voyageur imprudent, 1943).

Barjavel, in compagnia di Gaston Vandel e pochi altri, è stato uno degli autori di punta della sf francese degli anni ’50 (frequentemente tradotti in italiano negli Urania, in compagnia degli autori tedeschi). La FS europea dell’epoca, è bene chiarire, raramente possedeva caratteri propri e riconoscibili rispetto a quella degli autori americani ed inglesi, anzi si autodenunciava troppo frequentemente come prodotto non originale per i toni enfatici e il gigantismo nei temi, e mancava il più delle volte del rigore – tecnico ma anche di intreccio – degli autori d’oltreoceano.

Questo romanzo di …

James Herbert Brennan – Il dilemma di Benedetto XVI

A volte la SF precede (o se preferite precorre) gli avvenimenti, non importa quanto possano essere inconsueti. Il nostro Severino Forini, alias Obsidian Mirror, ha ripescato un racconto degli anni ’70 piuttosto interessante.

Autore: James Herbert “Herbie” Brennan
Titolo originale: The Armageddon Decision
Titolo italiano: Il dilemma di Benedetto XVI
Genere: Science Fiction
Tipo: Racconto
Anno: 1977
Edizione italiana: Urania n.735 – 26 marzo 1978
Pagine: 10 ca.

È questo un periodo di grandi cambiamenti: il mondo del lavoro si basa su regole diverse da quelle di appena pochi anni fa, la gente sta perdendo l’ottimismo, ci guardiamo ormai l’un l’altro con sospetto; cerchiamo di risparmiare, non andiamo più in vacanza, passiamo i Capodanni in casa. Stiamo seriamente pensando di cominciare a nascondere i nostri risparmi sotto il materasso visto che le banche, oggi più che mai, cercano di rimanere a galla giocando sporco con la vita dei propri correntisti. Senza parlare del clima, della natura impazzita con i …

Katherine Burdekin – La notte della svastica

Il nostro Massimo Citi ha riletto per noi un romanzo distopico e disperato, memoria di un futuro che per fortuna non ha potuto realizzarsi. Questa recensione è già apparsa su Libri Nuovi – Out of print.

Katherine Burdekin

La notte della svastica

(Orig. Swastika Night)

Ed Riuniti pp. 220 L. 25.000

Germania, anno del Signore Hitler 720, la separazione di genere si è consumata definitivamente. Uomini e donne – sospinti dalla religione hitleriana – hanno abitudini, residenze, modi di vita completamente diversi. Le donne – rapate, umiliate, recluse – vivono separata nei loro quartieri dove gli uomini possono andarle a trovare e fecondarle. Il figlio, se femmina, resterà a loro, se maschio, allo scadere dei due anni sarà consegnato al padre, l’unico in grado di crescere un Uomo secondo gli insegnamenti di Hitler.

Il Reich qui, nel romanzo della Burdekin scritto nel 1935, è davvero diventato millenario. Sulla Terra, divisa a metà tra il Reich e l’Impero Giapponese solo gli …

Gianni Padoan – Robinson dello spazio

Paolo Ungheri, il nostro Narratore, ha recuperato questo romanzo datato 1970 a firma di un grande del fantastico italiano. E’ un piacere parlare di Gianni Padoan.

 

Gianni Padoan

Robinson dello spazio

Formato: Cartonato

Lunghezza: 221 pagine

Autore: Gianni Padoan

Anno di pubblicazione: 1970

Lingua: Italiano

Edizione: AMZ Editrice – Collana “Granpremio”

Sovraccoperta e illustrazioni: Giancarlo Cereda e Giuseppe Lagana

Sinossi

Anni ’70…

Una piccola capsula, l’Apollo X3, si trova in traiettoria verso la Luna. La loro missione è semplice: orbitare, sganciare un Lem-Ricovero, e tornare a casa.

Nessuna fermata, nessuna occasione di posare il piede sul satellite, nessun imprevisto.

Ma i tre astronauti americani non sanno che l’avventura è pronta a coglierli in qualsiasi momento e a fare le spese di questa imprevedibilità sarà Robinson.

Omonimo del protagonista del famoso libro, si ritroverà a lottare per sopravvivere. Da solo, sperduto, senza alcuna prospettiva, si troverà ad osservare la sua vita da punti di vista differenti, nella speranza che …

Sandro Battisti – Olonomico

Sandro Battisti

Olonomico (2012)

CIESSE

pp. 176

Euro 15,00 (cartaceo), Euro 5,00 (ebook)

ISBN 978-88-6660-065-7

L’ espansione dell’ Impero Connettivo sembra non dover conoscere mai fine. Sotto il controllo dell’Imperatore alieno Totka_II  e del suo funzionario Sillax, un postumano le immense armate imperiali occupano un continuum spaziotemporale dopo l’altro.

Sulle rive di un fiume  Storm  e Lycia vivono un complesso rapporto ignari di vivere in uno dei territori soggetti alle mire dell’Imperatore.

C’è un altro personaggio però che osserva le scene, e comincia a diventarne parte integrante…

Olonomico è un romanzo breve ascrivibile alla corrente del Connettivismo, l’autore stesso Sandro Battisti assieme a Giovanni De Matteo e a pochi altri ne è uno dei padri.

Lo stesso Impero Connettivo è già comparso in precedenti lavori dello scrittore: un Impero retto da alieni fondato sull’esempio dell’ Impero Romano in cui  l’umanità, anzi la post umanità traccia la sua sorta di “storia futura” a scapito di altre realtà spaziotemporali.

E Connettivista …