Robert Zemeckis

Tutti gli articoli con tag Robert Zemeckis

Parzialmente ispirato al racconto “Acciaio” di Richard Matheson, “Real Steel” è un baraccone di azione e fantascienza diretto nel 2011 da Shawn Levy. Alla produzione troviamo nomi importanti come Steven Spielberg e Robert Zemeckis.

Real Steel - Locandina

Real Steel – Locandina

Nel 2020 i combattimenti di pugilato tra esseri umani sono stati rimpiazzati, per volere del pubblico che desidera sempre più violenza, da quelli con i robot. Charles “Charlie” Kenton, dopo aver perso la sua occasione come pugile, diventa quindi manager di robot, per continuare a combattere tramite loro. La fortuna non è dalla sua parte, accumula debiti sempre più consistenti e non riesce a portare a termine un incontro, perdendo uno dopo l’altro i robot che acquista. Un giorno gli viene affidato suo figlio Max, avuto da una relazione risalente a dieci anni fa. Grazie a lui, e al sostegno della sua fidanzata Bailey, riuscirà a ritrovare le luci della ribalta, quando il bambino recupera da una discarica il robot Atom, considerato solo un robot di allenamento, ma capace grazie a una funzione ombra di imparare i movimenti fatti da un essere umano. Continua a leggere

CONTACT – RECENSIONE DEL FILM, DI GIANLUCA SANTINI

Nel 1997, il regista Robert Zemeckis, non proprio a digiuno di fantascienza (la trilogia cult di Ritorno al futuro è sua), dirige una pellicola sul primo contatto con la vita extraterrestre, uno dei temi più classici e approfonditi del genere.

contact-locandina

Si tratta di Contact, ispirato all’omonimo romanzo di Carl Sagan. La dottoressa Ellie Arroway fin da piccola mostra un grande interesse per le comunicazioni radio e per la possibilità di vita intelligente nello spazio. Diventata grande entra a far parte del programma SETI, per ascoltare eventuali comunicazioni provenienti dall’universo che possano testimoniare la presenza di extraterrestri. Agli inizi la sua ricerca scientifica viene attaccata su più fronti, e la ragazza vede tagliati i fondi perché il suo lavoro viene ritenuto inutile e dispersivo. Tuttavia, appellandosi a una compagnia privata, la Hadden, riesce a ottenere ulteriori finanziamenti e utilizzando un array di telescopi governativi riesce infine a captare un segnale dallo spazio. Si tratta di una sequenza di numeri primi, seguita dalla trasmissione televisiva in cui Adolph Hitler inaugura i Giochi Olimpici di Berlino ’36 a cui è sovvrapposta una serie di immagini da decodificare. Da quel momento inizia una febbrile ricerca per scoprire cosa vogliono gli extraterrestri, mentre il mondo si divide tra scienziati e religiosi, fanatici e politicanti che vogliono sfruttare la situazione. Continua a leggere