15 commenti su “Francesco Troccoli – Ferro Sette

  1. Ooooh! Finalmente una recensione su questo libro che cercavo da parecchio (la rensione, non il libro;)). Ho appena scritto a Nick di avercelo in coda questa settimana, quindi sentirne parlare bene dopo l’ottimo “I senza-tempo” mi mette allegria. Non vedo l’ora di iniziare…

    • Anch’io ho avuto difficoltà a trovare recensioni con un minimo di approfondimento – e anche per questo ho evitato di essere il primo a fare una piccola (?) anticipazione che comunque scoprirai nelle prime pagine.

  2. Sbaglio o per temi affrontati, personaggi e visione politica, Ferro Sette e il suo protagonista ricordano un po’ le avventure di Takeshi Kovacs di Richard Morgan?
    Mi chiedevo se il recensore le avesse lette e avesse voglia di mettere a confronto le due storie, perché se il livello di tensione e la qualità di scrittura di Troccoli fossero pur’essi paragonabili a quelli di Morgan, beh… Ferro Sette scalerebbe senz’altro qualche gradino nella coda di lettura.

    • Mi spiace, ma mi trovi impreparato.
      Su temi e visione politica di Francesco Troccoli rimando all’intervista di domani, che è piuttosto esaustiva a riguardo. Non sono però in grado di fare un confronto fra la sua prosa e quella di Troccoli. Ho dato un’occhiata alla trama, e mi sembra che la figura di Tobruk Ramarren sia più “grezza” rispetto a Kovacs.

      • Mi spiace, ma mi trovi impreparato.

        Beh… mettila così, sei fortunato, devi ancora leggere Richard Morgan, che in Italia negli ultimi dieci anni è uscito ben poco di meglio sul fronte fantascientifico.

  3. Eh, qui faccio lo sborone ;) scusa Solomon!
    @Iguana: Io, la trilogia di Kovacs, l’ho quasi ri-letta tutta (mi manca l’ultimo) e quindi se finisco in tempi umani quello di Troccoli, magari ti faccio sapere.

  4. devo ancora procurarmelo, ma sicuramente lo leggerò a breve. mi pare abbia ottenuto un consenso pressoché unanime, inoltre fa piacere quando un libro di fantascienza viene pubblicato da una casa editrice non specializzata.

  5. Grazie, Argonauta. Come ti ho scritto, trovo la tua recensione intelligente, non solo per la positività del giudizio -che di per sé, come autore, non poco mi rallegra-, quanto per le intuizioni e i nessi che hai evidenziato, che sono piuttosto rari. Grazie anche a “Il Futuro è Tornato” per l’attenzione e l’ospitalità. Per chi fosse a o di Roma, sabato 1 dicembre parliamo di tutti e due i libri (Ferro Sette e Domani Forse Mai) alla Libreria Faggiani Next Door in Via Giuseppe Ferrari 39 alle ore 18.00. E magari beviamo qualcosa insieme. Un caro saluto a tutte e tutti.

    • Approfitto della presenza dell’autore per chiedergli se è prevista la pubblicazione di Ferro Sette in ebook.
      Grazie!

I commenti sono chiusi.